L’Europa in 100 libri

 

Se chiedessimo a 100 persone di elencare tutti i luoghi, fisici o metaforici, in cui sentono parlare di Europa, la maggior parte direbbe la televisione, i giornali, i social network, qualcuno la radio o le istituzioni politiche, nessuno probabilmente direbbe i libri.

E invece si, esiste anche un’Europa dei libri.

Sul sito del parlamento europeo abbiamo scovato una selezione dei testi che hanno fatto la storia dell’Europa: lo sapevate che dal 1930 al 2014, sono stati scritti più di 100 libri che hanno come protagonista principale l’Europa?

 

 

 

 

Tra i titoli che hanno attirato la nostra attenzione il libro del celebre filosofo francese Edgard Morin, “Penser l’Europe”, la raccolta di saggi dello storico euroscettico inglese Perry AndersonThe new old World”, o ancora il libro del politico Giulio Andreotti Unione Europea. Un personaggio in cerca di autore”, tradotto in varie lingue.

 

 

I 100 testi selezionati provengono da 12 paesi europei: ma non tutti hanno contribuito in misura uguale: il podio del maggior numero di libri pubblicati spetta, nell’ordine, a Inghilterra, Francia e Germania.

E l’Italia? L’Italia guadagna il quarto posto, con 16 libri selezionati tra il 1965 e il 2006. Il più vecchio, che data appunto al 1965, è un testo di Altiero Spinelli, fondatore del movimento federalista europeo e primo presidente della commissione PE per gli affari istituzionali, e si intitola: “Rapporto sull’Europa”.

 

 

Il libro fa luce su un periodo critico della storia dell’integrazione europea, in cui la direzione di tale integrazione era molto dibattuta. Il più recente invece data al 2006 ed è intitolato “Oltre lo stato: verso una costituzione globale”.

In questo libro Sabino Cassese, giudice della corte di Cassazione dal 2005 e professore di Storia e teoria dello Stato alla Normale di Pisa,  affronta lo scottante tema della globalizzazione del diritto e della possibilità di creare una costituzione sovranazionale.

 

 

I temi dei 16 testi spaziano dalla nascita dell’Unione, alle idee di Europa, dalle sue radici comuni, alla storia e politica dell’integrazione. Gli autori sono noti politici come Alcide De Gasperi, Romano Prodi, Sandro Fontana, Giorgio Napolitiano; docenti universitari come Mario Telò e Roberto Papini; giornalisti come Lucio Caracciolo, uno dei massimi esperti di geopolitica.

Tutti hanno contribuito a comunicare un volto diverso dell’Europa.

Se siete curiosi di sapere quali sono i 100 libri da ricordare che parlano di Europa, conoscere le biografie dei loro autori e i contenuti in sintesi vi basterà andare sul sito del Parlamento europeo o digitare su google “Europa in 100 libri”.

 

Clara Stevanato, per Europhonica