+Europa con Emma Bonino

 

Emma Bonino ha deciso di mettere in chiaro la sua posizione, e quella del suo partito, fin da subito.

Il nome non potrebbe essere più esplicito: +Europa spinge per una maggiore collaborazione con gli altri Stati Europei per il raggiungimento di una federazione unica: gli Stati Uniti d’Europa.

 

 

 

 

L’obiettivo, come si legge nel loro programma, non è un superstato europeo, ma una federazione leggera che si occupi di un numero relativamente ridotto di cose al costo del 5% del Pil.

La moneta unica è stato il primo passo, il prossimo è spostare al centro federale funzioni di governo al momento svolte dagli Stati membri.

 

 

Un esempio sono le forze armate nazionali, che potrebbero essere ridotte sotto forma di Guardia Nazionale e coesistere con un esercito europeo. Altre funzioni di governo oggi svolte dagli stati membri sono la diplomazia e la difesa, che verrebbero spostate a livello federale.

 

 

+ Europa propode anche l’elezione del Presidente della Commissione europea a suffragio universale, la trasformazione del Consiglio dei ministri dell’Unione in un Senato europeo a elezione diretta, e la monitorizzazione dello stato della libertà e della democrazia in ciascuno stato membro da parte della Commissione.

Una proposta che guarda a quello che sta succedendo in Polonia e Ungheria.

Silvia Pegurri, per Europhonica